Il 7 dicembre la Soprintendenza del Mare con il guardacoste G.119 Vitali della sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Trapani con il comandante Leonardo Fodera’ e l’equipaggio, con il gruppo subacqueo di Bc Sicilia Gaetano Lino, Gianpiero Tomasello, Francesco Balistreri e Salvatore Ferrara, coordinato da Stefano Vinciguerra del gruppo subacqueo della Soprintendenza del Mare e da Valeria Li Vigni Soprintendente del Mare, nell’ambito di una verifica dello stato del sito di Cala Minnola, ha constatato un’ iniziale abrasione dell’anfora, contrassegnata dal timbro Papia, dovuta all’azione dei sedimenti mossi dalle forti correnti marine e pertanto l’ha prelevata e portata nelle vasche di dissalazione per la stabilizzazione per la futura esposizione al museo della navigazione del Regio Arsenale