Relitto Romano di Acitrezza 2016
Copyright Soprintendenza del Mare
Relitto Romano di Acitrezza 2016
Copyright Soprintendenza del Mare
Relitto Romano di Acitrezza 2016
Copyright Soprintendenza del Mare
Relitto Romano di Acitrezza 2016
Copyright Soprintendenza del Mare

STUDIO MULTIDISCIPLINARE DI UNA CITTÀ PORTUALE DELL’ANATOLIA SUD-ORIENTALE

SAPIENZA – UNIVERSITÀ DI ROMA

Leggi tutto

Scarica brochure in pdf

Elaiussa Sebaste (odierna Ayaş) è situata sulla costa sud-orientale della Turchia, a circa 60 Km dalla moderna città di Mersin, di fronte all’isola di Cipro.

La città antica, che occupa un’area complessiva di ca. 23 ettari, si estende su un promontorio e su un’ampia fascia costiera. Il sito fu uno dei principali porti commerciali del Mediterraneo, sviluppandosi in età augustea e mantenendo il suo prestigio di scalo commerciale fino al tardo impero e all’età bizantina. Si trovava infatti all’incrocio fra le più importanti vie marittime e terrestri, in un punto di passaggio obbligato e di collegamento fra Siria, Egitto e penisola anatolica

Il progetto di ricerca, avviato nel 1995 a seguito di una formale richiesta del Ministero della Cultura della Repubblica di Turchia, è stato finalizzato allo scavo archeologico e allo studio di grandi complessi architettonici di età romana (teatro, agora, terme, tempio, necropoli) e di età proto-bizantina (palazzo e basiliche cristiane).

L’indagine storica e archeologica è stata accompagnata da studi paleo-antropologici, da prospezioni geofisiche per la ricostruzione del paleo-ambiente e da interventi di consolidamento e di restauro conservativo, finalizzati alla valorizzazione del patrimonio monumentale e alla realizzazione di un parco archeologico.

 

Istituzioni coinvolte

Il progetto vede il coinvolgimento di un’équipe pluridisciplinare (Archeologia classica, Topografia e cartografia, Geologia stratigrafica e sedimentologica, Conservazione e Restauro) diretta dalla Prof.ssa E. Equini Schneider, con la collaborazione di diverse Università italiane e turche.

Direttore del Progetto di ricerca:

  • Prof.ssa Eugenia EQUINI SCHNEIDER “Sapienza” Università di Roma

Altre Università:

  • Prof. Emanuele ROMEO Politecnico di Torino
  • Prof. Benedetto VILLA Università degli Studi di Palermo
  • Prof. Nevio PUGLIESE Università degli Studi di Trieste
  • Prof.ssa Serra DURUGÖNÜL Università di Mersin
  • Dott.ssa Ciğdem GENÇLER Università Başkent di Ankara

Gli scavi e le ricerche condotti negli ultimi diciassette anni ad Elaiussa Sebaste hanno consentito di rilevare una continuità di vita del sito portuale dalla tarda età ellenistica alla prima età bizantina, fornendo un quadro articolato, seppur ancora parziale, delle problematiche storiche, economiche sociali ed ambientali che hanno caratterizzato le dinamiche di sviluppo e trasformazione della città e del suo territorio.

Pianta delle indagini geologiche già effettuate

Pianta delle indagini geologiche già effettuate

La città era dotata di due bacini portuali, uno maggiore a nord ed uno di dimensioni minori a sud del promontorio, che risultano oggi totalmente insabbiati. I porti sono stati oggetto sinora di preliminari studi geofisici (prospezioni gravimetriche, magnetometriche e carotaggi) e di indagini con il geo-radar. Le future, più approfondite, ricerche avranno lo scopo di delineare sia i processi di sviluppo e di trasformazione dei bacini portuali, sia quelli naturali ed antropici che hanno interessato la fascia costiera.

Veduta del portico colonnato lungo il bacino portuale settentrionale

Finanziamenti, Sponsorizzazioni e Riconoscimenti

  • Fondi di ricerca dei Grandi Scavi di Ateneo della “Sapienza” (1996-2011).
  • Cofinanziamento del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (2001, 2004 e 2009).
  • Contributo per le Missioni all’estero del Ministero degli Affari Esteri (1996-2011).
  • Contributo della Comunità Europea (2003-2005).
  • Contributo FIAT International-KOÇ Foundation (1996-2002).
  • Contributo della Antoine Makzume International Transport and Trading LTD.CO.
  • Premio Eccellenza Ricerca “Sapienza” 2009.

Veduta aerea di un tratto della costa del promontorio

Sponsorship

Il piano di sponsorizzazione del progetto di ricerca sulla città portuale di Elaiussa Sebaste prevede tre categorie di sponsor, sulla base delle differenti quote di partecipazione, e una quarta per sponsorship in kind, a cui corrisponderanno vantaggi differenziati in termini di visibilità del proprio marchio:

  • Sponsor principale: € 30.000,00
  • Sponsor sostenitori: da € 7.000,00 a € 15.000,00
  • Partner sostenitori: da € 2.000,00 a € 6.000,00

Le società interessate a contribuire finanziariamente o mediante la fornitura di servizi, materiali o attrezzature avranno tutti i benefit che una ricerca innovativa e di risonanza internazionale come quella di Elaiussa Sebaste può garantire. Soprattutto in occasione dei XVII Giochi del Mediterraneo che nel 2013 si terranno nella vicina città di Mersin, Elaiussa Sebaste è stata scelta dagli enti organizzatori quale centro di grande rilevanza turistico-archeologica.

Benefit

Riconoscimenti ufficiali agli sponsor e impiego del marchio aziendale in occasioni di eventi nazionali ed internazionali, quali convegni e mostre, pubblicazioni scientifiche (articoli, monografie), guide e depliants divulgativi, comunicati stampa, interviste e sito-web (in fase di allestimento); utilizzo del logo nella Casa Missione, sulle attrezzature, gli automezzi e le imbarcazioni durante le attività sul campo.

Contatti

Prof.ssa Eugenia Equini Schneider

Direttore della Missione Archeologica italiana ad Elaiussa Sebaste

Professore ordinario dell’insegnamento di Archeologia delle Province Romane

Dipartimento di Scienze dell’Antichità “Sapienza” Università di Roma

Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma

Telefono: 06/49913852; Fax: 06/4453270; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Foto satellitare della città con indicazione delle future aree di intervento: 1. Porto settentrionale; 2. Porto meridionale; 3. Promontorio

 

Obiettivi e finalità del progetto di studio sulla portualità di Elaiussa Sebaste

Il progetto ha come obiettivo lo svolgimento di indagini archeologiche nei tratti interriti dei bacini portuali e di esplorazioni terrestri e subacquee lungo la costa. L’applicazione di tecnologie e di metodologie innovative in ambito geologico, topografico e subacqueo consentirà di approfondire la conoscenza storica della morfologia costiera, dei porti e degli approdi della città. Potranno inoltre essere monitorati gli eventuali naufragi che hanno interessato il tratto di mare antistante il sito. L’obiettivo è la redazione di una Carta Archeologica Subacquea e l’inquadramento delle strutture portuali, delle rotte e dei traffici dell’area in esame all’interno delle principali direttrici mediterranee, regionali e di cabotaggio.

L’impiego delle più moderne tecnologie consentirà di colmare le lacune della documentazione cartografica e subacquea dell’area in esame, proponendo un modello di riferimento per future altre ricerche in questa regione della Turchia. Infatti, data l’ancora scarsa quantità di dati relativi ad altri insediamenti costieri della regione, il sito di Elaiussa Sebaste, per le sue caratteristiche peculiari, si è già qualificato come caso-campione di notevole rilevanza per lo sviluppo delle conoscenze storiche, archeologiche e paleo-ambientali dell'Anatolia sud-orientale e per la programmazione di strategie di tutela e fruizione.

Veduta aerea del promontorio: sullo sfondo la c.d. torre-faro, in basso a sinistra il molo foraneo del porto settentrionale

Articolazione della ricerca

  1. Interpretazione dell’evoluzione paleo-ambientale e climatica dell'area, definizione dei processi geologici che hanno controllato l’evoluzione costiera e identificazione degli eventi naturali ed antropici, in relazione ai dati storici e archeologici.
  2. Acquisizione di informazioni sul regime della costa e su eventuali giacimenti sommersi sulla base delle segnalazioni e recuperi da parte delle autorità locali e di privati
  3. Prospezioni subacquee mirate alla valutazione delle caratteristiche dei fondali e alla localizzazione dei giacimenti sommersi; organizzazione logistica e della sicurezza dell’attività subacquea.
  4. Prospezioni sistematiche subacquee e di superficie nelle zone antistanti e nello specchio di mare prospiciente il sito di Elaiussa Sebaste.
  5. Scavi stratigrafici mirati nei bacini portuali della città di Elaiussa Sebaste e/o delle strutture ad essi connessi.
  6. Rilievo topografico tramite l’impiego del sistema geosatellitare GPS, catalogazione, analisi e documentazione grafica e fotografica delle strutture portuali.
  7. Analisi e studio dei reperti, delle tecniche e dei sistemi costruttivi.
  8. Redazione di una cartografia numerica tematica della regione e creazione di un database/interfaccia che andrà ad implementare la piattaforma GIS, attualmente in corso di elaborazione, per il sito di Elaiussa Sebaste e il territorio circostante.
  9. Indagini conoscitive e studi di progettazione per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, primi interventi di restauro conservativo.
  10. Diffusione dei risultati in convegni nazionali e internazionali, edizioni scientifiche e divulgative, realizzazione di un sito-web.

Veduta aerea del Palazzo bizantino sull’istmo

Veduta panoramica della basilica bizantina all’estremità settentrionale del promontorio

Le Terme del Porto, affacciate sul porto settentrionale

Le Terme del Porto, affacciate sul porto settentrionale

Share This

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.