San Benedetto – La sezione navale della Guardia di finanza sambenedettese ha sequestrato quattro anfore romane del primo secolo avanti Cristo, rimaste impigliate nelle reti di due pescherecci che le hanno riportate a riva per trafugarle. Le anfore erano già state caricate a bordo delle auto di alcuni marinai, quando i finanzieri sono entrati in azione. I responsabili del furto sono stati denunciati per omessa denuncia e impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato. Secondo le indicazioni della Soprintendenza archeologica, le anfore sono ora custodite presso gli ormeggi delle unità navali della Gdf sambenedettese, in una soluzione di acqua dolce e salata, in attesa delle decisioni della magistratura